Centro di innovazione e trasferimento tecnologico per l'interoperabilitá e le reti di impresa

Un centro di innovazione finanziato nell'ambito del P.R.R.I.I.T.T. promosso dalla legge 7/2002 della Regione Emilia-Romagna.

Sei in: Chi Siamo :: Overview


Dottorato ICT (UNIMORE)


Corsi ebXML ed UBL (ENEA)


Disseminazione


Registrazione


Login


In collaborazione:













Overview
 [SUCCESSIVA]   [PRINT] 

Overview

Il problema

  • Le aziende avvertono in maniera crescente la necessità di introdurre innovazione non solo a livello di organizzazione interna ma su segmenti sempre più ampi della filiera produttiva e distributiva in cui sono inserite. Esempi significativi sono rappresentati dalle applicazioni indirizzate alla catena della sub-fornitura, alle relazioni con i clienti e alla pianificazione collaborativa. In questi interventi, le maggiori difficoltà si incontrano nello stabilire le interconnessioni, organizzative e tecnologiche, tra i diversi sistemi informativi aziendali,dovendo salvaguardare l’indipendenza dei sistemi e delle organizzazioni e rendere quanto più possibile efficace l’azione di coordinamento e di interscambio tra le imprese.

  • L’interoperabilità è un problema particolarmente avvertito nei contesti caratterizzati da filiere ‘lunghe’, eterogenee, con una forte presenza di piccole e medie imprese, dove nessun attore può imporre soluzioni proprietarie.
  • Lo stesso problema si ripropone anche internamente alle singole aziende, dove è sempre più avvertita l’esigenza di potenziare il sistema informativo complessivo, introducendo nuovi software ma salvaguardando il patrimonio applicativo preesistente.
  • Le difficoltà che le aziende e i loro fornitori di soluzioni ICT incontrano risiedono principalmente nel confronto con le tecnologie per l’interoperabilità e nella gestione della complessità degli standard, in un mercato informatico estremamente frammentato.
  • Obiettivi

  • Per ogni azienda l’obiettivo è di lavorare in modo indipendente al proprio interno e di potersi coordinare e connettere in maniera ottimale con i partner della propria filiera.
  • Rafforzamento delle reti d'impresa
  • Qualificazione della domanda di tecnologia
  • Diffusione degli standard per l'interoperabilità
  • Diffusione delle tecnologie dell'informazione
  • Obiettivi trasversali

  • Sperimentare un nuovo rapporto tra mondo della ricerca e sistema delle imprese
  • Sedimentare una struttura di servizi permanente
  • L'approccio: Interoperabilità

  • Interoperabilità: la capacità di un sistema o prodotto di operare con altri senza che questo richieda sforzi particolari da parte dell'utente ( whatis.com )
  • Lavorare in modo indipendente al proprio interno e coordinarsi e connettersi con i partner della propria filiera
  • Costruire scenari condivisi di filiera e utilizzare standard per quanto possibile
  • Integrazione tra i front-end che dialogano con l'esterno e i sistemi pre-esistenti
  • Ripensare i propri flussi interni decisionali ed informativi
  • Considerazioni

  • Le tecnologie per la connessione e lo scambio dati via internet si sono molto potenziate negli ultimi anni(XML,SOAP,Web Services)ma non si sono altrettanto diffuse metodologie e gli strumenti di definizione di scenari di collaborazione tra i livelli applicativi (ebXML e ontologie) che consentono di attribuire medesimi significati e stessi ruoli alle informazioni scambiate.

  • Risorse

    DOC - Brochure (.pdf)
     [SUCCESSIVA]   [PRINT] 

    Contenuto realizzato nel corso delle attività del centro CROSS (www.cross-lab.it)

     


    Registratevi (Iscrizione gratuita!)

    Per ricevere informazioni aggiornate e accedere ad una documentazione più completa



    Questo è un server di
    Enea UTT.

    Numero accessi:  18154
    Ultima Modifica: 12/12/2015

    Sito Web realizzato interamente in ASP + CSS + XML. Browser compatibile: IE 5.5 o sup, Mozilla/5.0 o sup, Opera 9.10.