Centro di innovazione e trasferimento tecnologico per l'interoperabilitá e le reti di impresa

Un centro di innovazione finanziato nell'ambito del P.R.R.I.I.T.T. promosso dalla legge 7/2002 della Regione Emilia-Romagna.

Sei in: Reti di impresa :: Settore metalmeccanico


Dottorato ICT (UNIMORE)


Corsi ebXML ed UBL (ENEA)


Disseminazione


Registrazione


Login


In collaborazione:













Settore metalmeccanico
 [PRECEDENTE]   [SUCCESSIVA]   [PRINT] 

Settore metalmeccanico

L'evoluzione del Settore metalmeccanico in Italia e in Emilia-Romagna

Nel 2003 l'Industria metalmeccanica, in termini di valore aggiunto, rappresenta il 41,1% dell'intera Industria manifatturiera. In termini di unità di lavoro il Settore metalmeccanico assorbe il 41,2% delle unità totali e il 43,5% di quelle dipendenti.

Si tratta di dati strutturali, dal momento che agli inizi degli Novanta il peso del Settore metalmeccanico sul totale dell'Industria manifatturiera in termini di valore aggiunto era pari al 42,3% mentre le unità di lavoro totali rappresentavano il 40,3% e le unità di lavoro dipendenti il 42,1%.

L'Emilia-Romagna è una delle regioni italiane con la più alta presenza di industrie nel settore metalmeccanico, infatti sono circa 30.000 con oltre 200.000 addetti. La forte tradizione industriale ha consentito la nascita ed il consolidarsi di molte imprese specializzate nei vari settori della metalmeccanica, ed in modo particolare quello dell'industria meccanica tradizionale. Questo settore rappresenta una delle realtà più importanti nel panorama regionale e nazionale, con quasi 170.000 addetti e circa 24.000 unità locali.

All'interno di questo settore in regione rilevanti sono il comparto delle industrie per la fabbricazione di macchine ed apparecchi meccanici, che presenta quasi 7.000 imprese, circa 8.000 unità locali ed 85.000 addetti ed il comparto delle industrie per la fabbricazione di strumenti e apparecchi di precisione, con oltre 2.000 imprese, quasi 3.000 unità locali e circa 12.000 addetti (di cui la gran parte si concentra nel settore del medicale).

Il settore meccanico in Italia

L'industria metalmeccanica italiana ha da sempre ricoperto una posizione strategica nell'economia del paese contribuendo alla produzione di ricchezza e alla realizzazione di performance elevate, le imprese del settore si sono distinte per la capacità di produrre qualità e innovazione, aspetti che hanno consentito di poter competere a livello internazionale con risultati generalmente positivi.

Il settore nazionale è composto da circa 267.000 imprese che rappresentano il 5% del totale delle imprese italiane, in esso trova occupazione il 41% di quanti sono addetti al settore industriale.

Il settore meccanico nella regione Emilia-Romagna

L'Emilia-Romagna è una regione dove la competitività delle imprese è cresciuta grazie ad una combinazione di fattori fondamentale, fra i quali: lo sviluppo di economia di prossimità geografica, culturale e organizzativa che hanno dato vita a distretti industriali fortemente specializzati, processi sinergici di socializzazione costituiti da relazioni informali e più formali tra reti PMI che hanno favorito il dinamismo, la produttività e la capacità di adattamento al mercato, non ultimo un territorio che è stato in grado di sostenere la capacità di innovazione delle imprese anche attraverso servizi avanzati di ricerca e strutture che hanno contribuito e contribuiscono all'attività delle piccole e piccolissime imprese.

I dati macroeconomici mostrano una dinamica positiva del PIL regionale, con un valore pro capite superiore di più di 26 punti percentuali alla media italiana, superato solo da quello della Lombardia, e con una crescita del PIL totale e soprattutto del PIL industriale che nel periodo 1998-2002 raggiunge livelli nettamente superiori a quelli delle maggiori regioni del nord.

Il livello di investimenti in ricerca e innovazione da parte delle aziende di produzione della regione indica una riduzione del numero di aziende che fanno investimenti, ed indicano anche una tendenza a ridurre le risorse impiegate in ricerca ed innovazione. Tale dato risulta preoccupante in particolar modo per le imprese il cui vantaggio competitivo si bada sul livello di qualità e di specializzazione dei propri prodotti, ciononostante, a differenza di altri settori, il comparto meccanico dimostra di seguire una propria dinamica peculiare, con riferimento agli investimenti in ricerca ed innovazione tecnologica in Emilia-Romagna.

I dati e le informazioni contenuti nel testo si basano sul documento "Il settore meccanico", reperibile al link: http://www.hi-mech.it/pdf/3_Il_settore_meccanico.pdf


Risorse

WEB - eBusiness Watch, studi di settore su eBusiness
 [PRECEDENTE]   [SUCCESSIVA]   [PRINT] 

Contenuto realizzato nel corso delle attività del centro CROSS (www.cross-lab.it)

 


Registratevi (Iscrizione gratuita!)

Per ricevere informazioni aggiornate e accedere ad una documentazione più completa



Questo è un server di
Enea UTT.

Numero accessi:  27349
Ultima Modifica: 12/12/2015

Sito Web realizzato interamente in ASP + CSS + XML. Browser compatibile: IE 5.5 o sup, Mozilla/5.0 o sup, Opera 9.10.